Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Search in posts
Search in pages
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Categories
Articoli
Elenco Votazioni
facebook
In primo piano
Senza categoria
SliderHome
SliderHomeVideo
Obiettivi

1° obiettivo posto:
Combattere il malcostume.

Per combattere l’inciviltà dobbiamo imparare ad essere intolleranti verso il malcostume. Restare passivi davanti all’indecenza significa non amare la nostra città. Chi si lamenta ma non fa nulla, diventa complice. Chi si rassegna, alla fine si abitua. E non vede più. Ma il turista vede. Vede anche la nostra indifferenza. Noi vogliamo reagire. Come? Richiamando gli altri cittadini che non rispettano le regole. Intervenendo di fronte alle volgarità. Se siamo in tanti ce la faremo.

Risultati raggiunti: 

  • A fine febbraio 2016 Città di Partenope, con la collaborazione dell'Aeroporto Internazionale di Napoli, porta a termine in un week end un'iniziativa di guerrilla marketing senza precedenti in Italia, dal titolo "Sosta Selvaggia". Tale iniziativa ha lo scopo di diffondere il senso civico in città, sensibilizzare i cittadini riguardo i disagi creati dalla sosta errata di veicoli e motoveicoli, nonché  combattere questo diffuso malcostume. Molte testate giornalistiche hanno dato visibilità all'iniziativa contribuendo alla sua diffusione. Leggi gli articoli di Repubblica, Il Roma, Campania sul web, XXI secolo, Napoli Zon, Il Mattino, Metropolis, Napoli Village, Vivo Napoli, Il Corriere del Mezzogiorno, Repubblica online. Oppure guarda il servizio di Julie News.
  • Nel febbraio 2016 la campagna sulle tariffe predeterminate dei taxi fa ancora parlare di sé. La comunicazione promossa da Città di Partenope e dall'Aeroporto Internazionale di Napoli si amplia e si rinforza. Non è la prima volta che Città di Partenope affigge le tariffe convenzionate all’Aeroporto; fino ad oggi erano però presenti solo nell’area ritiro bagagli, dove i passeggeri sono notoriamente “distratti” dall’attesa dei loro effetti personali. All’interno del corridoio d’attesa per i taxi, invece, non ci sono altre distrazioni: l’attenzione è tutta rivolta alla vettura bianca da prendere per giungere a destinazione.
  • Nel marzo 2015 Città di Partenope e Aeroporto di Napoli hanno promosso una campagna informativa sulle tariffe fisse dei taxi  per tutti i viaggiatori che arrivano o che devono recarsi all'Aeroporto Internazionale di Napoli. La campagna realizzata in aeroporto - piantane, maxi impianti d'affissione posizionati nell'area arrivi ed apposite brochure con tutte le tariffe predeterminate in distribuzione all'ufficio informazioni in italiano e inglese -  ha lo scopo di dare maggiore trasparenza al tariffario, promuovendo in tal modo l'utilizzo del taxi e allo stesso tempo contrastando il fenomeno della maggiorazione non autorizzata delle tariffe.
  • Il 31 agosto 2012 il Tgr Campania trasmette il servizio dedicato al convegno sul modello urbano di Bilbao organizzato nell'ambito del Natale di Partenope 2012.
  • Ad agosto 2012 la campagna "SUI NAPOLETANI IN PARTE E' TUTTO VERO, IN PARTENOPE NO" viene diffusa sui maxischermi dell'Aeroporto di Capodichino.
  • Nel luglio 2012 un nuovo striscione pubblicitario è affisso a Piazza Municipio per sensibilizzare la cittadinanza verso il senso civico. Lo slogan: "SUI NAPOLETANI IN PARTE È TUTTO VERO, IN PARTENOPE NO".
  • Nel luglio 2011, sulla scia del successo del terzo Natale di Partenope, la Città Virtuosa annuncia la creazione di una Task Force di imprenditori, amministratori, professionisti, tutte figure in grado di investire concretamente nel rinnovamento di Napoli, per suggerire un'insieme di proposte da presentare al Consiglio Comunale di Napoli.
  • Nel maggio 2011, Città di Partenope ha sostenuto il 3° Career Day promosso dal Comune di Napoli. L'evento nasce con lo scopo di sostenere il lavoro giovanile e di avvicinare i giovani laureati al mercato del lavoro, un tema decisamente sensibile in un periodo di crisi economica.
  • Dal 13 al 16 febbraio 2011, con il progetto Partenope in Australia, la Città Virtuosa è stata presentata al Carnevale di Adelaide e alle comunità italiane di Sidney. La missione, che segue le precedenti di New York e Tokyo, ha ricevuto il patrocinio della Regione Campania e di Confcommercio Campania, per presentare l'immagine positiva di un territorio ormai da anni agli onori della cronaca solo per camorra e rifiuti.
  • A giugno 2010 una nuova maxi-affissione ha dominato il centro di Napoli, alla Riviera di Chiaia, "A volte vorresti cambiare città? Cambiamola insieme.", un messaggio visto da migliaia di persone ogni giorno, un modo per stimolare ancora una volta il senso di cittadinanza che è in ognuno di noi.
  • Da marzo 2010 abbiamo messo on line il nuovo PARTENOPE KIT, un formidabile contenitore di piccoli strumenti di comunicazione finalizzati alla diffusione del senso civico e alla promozione di una migliore immagine di Napoli. Il Partenoepe Kit può essere utilizzato tramite web, tramite i propri personali contatti con i media, ma sopratutto 'manualmente' stampando in autonomia quanto necessario. Adesso tocca a te che stai leggendo questo testo, vediamo se vuoi realmente dare un contributo in prima persona!
  • Il 18 dicembre 2009 Città di Partenope parla ai giovani e diffonde il senso civico. E' presentata al Liceo classico statale “Giuseppe Garibaldi” di Napoli, nell’ambito dell’iniziativa di cogestione studenti-docenti che prende il nome di “Eikon-Logos: parola e immagine nella società contemporanea”.
  • Il 04 agosto 2009 viene trasmesso in 5 radio locali lo spot di Città di Partenope contro l'abusivismo, le colpevoli tolleranze, la criminalità organizzata, il malcostume, i rifiuti tossici e tutti i napoletani "assenti". Anche il video virale creato per i Social Media riscuote molto interesse in particolare tra i docenti delle scuole elementari e medie.
  • Città di Partenope fonda il primo Circuito Imprese Etiche della Campania, aperto a tutte le imprese che trattano i clienti con cortesia, rispettano le regole e rappresentano la Napoli produttiva.
  • Il primo luglio 2009 Città di Partenope promuove una campagna di sensibilizzazione per la diffusione del senso civico, attraverso una maxi-affissione larga 40 metri in una delle arterie del centro di Napoli, la Riviera di Chiaia. Lo slogan, posizionato in prossimità del cantiere della metropolitana, è semplice ed efficace: "Ristrutturiamo insieme il senso civico". La campagna partita il 1 luglio 2009 terminerà all'inizio di settembre.
  • Diffusione della locandina Cercasi Senso Civico in diversi bar, palestre, tabaccai e università della città.
  • Il 19 gennaio 2009 si conclude il Ciclo di lezioni sul Codice Etico con i bambini della fondazione A voce de creature di Don Luigi Merola. Visita la sezione Rassegna radio e tv per vedere i servizi di Julie News e Telelibera andati in onda; leggi il resoconto del primo, del secondo e del terzo incontro.
  • Città di Partenope ha progettato il Kit del Partenopeo, un'idea alla quale hanno dato risonanza Il Roma , il 05 dicembre 2008, ed Il Corriere del Mezzogiorno, il 07 dicembre 2008. Strumenti quali multe civiche, biglietti da visita partenopei, cartoline che invitano a cambiare prospettiva su Napoli e vetrofanie ironiche per auto, da diffondere a tutti i cittadini per poter combattere il malcostume ogni giorno, attraverso gesti semplici e divertenti.
  • Il 04 dicembre 2008 Città di Partenope tiene una relazione sul senso civico, ad una platea di 60 giovani tra i 16 ed i 29 anni, alla Scuola di Cittadinanza Attiva di Benevento promossa dall'Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Campania
  • Il 17 luglio 2008 Città di Partenope ha invitato i cittadini ad un incontro sul Codice Etico allo scopo di individuare i comportamenti di valore alla sua base. L'incontro è stato coordinato dal consulente di people strategy Ugo Righi ed ha portato alla definizione delle principali prassi contenute nel Codice.

2° obiettivo posto:
Farci buona pubblicità
.

Perché vogliamo lanciare fuori dei nostri confini un’immagine di Napoli positiva. Rovesciare la campagna pubblicitaria fatta contro tutti i napoletani senza distinzione. Come? Diffondendo attraverso la rete l’altra faccia di questa città, in Italia e all’estero. Se siamo in tanti ce la faremo.

Risultati raggiunti: 

  • Città di Partenope e l’identità positiva dei suoi cittadini, grazie ad un’attività continua verso stampa, web, radio e tv, hanno ottenuto ampia visibilità a livello locale e nazionale. Hanno dato visibilità a Città di Partenope numerosi quotidiani quali Il Mattino, America Oggi, il Corriere del Mezzogiorno, La Repubblica, ma anche canali televisivi come Rai Tre e Sky 848 Odeon. Le principali emittenti radio che ne hanno parlato sono Kiss Kiss Italia, Radio1 Rai e Radio Vaticana, mentre tra i siti web figurano I-Italy ed Adnkronos oltre ai portali dei già citati Corriere del Mezzogiorno, La Repubblica ed America Oggi.
  • Nel dicembre 2015 viene presentata la terza edizione del libro "Partenope - another way to see Naples". Uno dei progetti maggiormente apprezzati di Città di Partenope che, non solo diffonde immagini positive della nostra città ma anche 10 esempi da seguire di cittadini partenopei di successo che si sono distinti nel loro campo d'attività.
  • Il 29 settembre 2015 abbiamo presentato ad EXPO il libro "Partenope - another way to see Naples". Grazie al vostro aiuto stiamo diffondendo immagini positive di Napoli in tutta Italia e non solo. Le storie dei partenopei di successo hanno riscosso molto entusiasmo come dimostrano i numerosi articoli che hanno voluto dar risalto alla notizia. Leggi la rassegna online con gli articoli di Agenparl, Battage, Primomagazine, ScrivoNapoli, Lititv, Vanityher.
  • Nel dicembre 2014 è stata presentata la seconda edizione del libro fotografico "Partenope - anothr way to see Naples". Edizione che ha riscosso molto successo sino ad arrivare, il 29 settembre 2015 all'EXPO di Milano.
  • Nell'ottobre 2014 il Tg2 Storie dedica un servizio a Città di Partenope.
  • Il 24 ottobre 2014 ha avuto luogo un'altra edizione del Premio città di Partenope condotto da Luca Sepe. Un appuntamento fisso con il senso civico e gli esempi positivi di partenopei. La manifestazione ha riscosso l'interesse di numerosi media come dimostrano la rassegna stampa, la rassegna tv e le foto della gremitissima sala dell'Agorà Morelli.
  • Il 24 settembre 2014 il video virale “Vivere a Napoli” realizzato per promuovere Città di Partenope vince il premio Napoli Film Festival  alla terza edizione degli OpenArtAward, Un concorso riservato alle imprese italiane che si sono distinte nel settore della comunicazione e del marketing, patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Regione Campania, e dal Comune di Napoli. Leggi gli articoli che hanno dedicato a questo premio Il Mattino e Battage - servizi per la stampa.
  • Nel settembre 2014 il video virale "Vivere a Napoli" viene trasmesso anche al cinema. Guarda il video.
  • Nel dicembre 2013 Città di Partenope ha voluto presentare il suo primo libro dal titolo “Partenope – another way to see Naples” che, attraverso un concorso fotografico, ha puntato gli obiettivi dei fotografi su una Napoli fuori dai luoghi comuni. Il libro di Partenope, che contiene anche le storie di partenopei virtuosi, ha ricevuto il patrocinio della Camera di Commercio e dell'EPT di Napoli ed è già esposto in numerosi Uffici delle Istituzioni italiane nelle più importanti città all’estero.
  • Il 10 luglio 2013 viene pubblicato online il video "Vivere a Napoli" . Un inno alla vita partenopea, contro tutte le fughe di cervelli. Realizzato con un budget minimo dall'agenzia di comunicazione Agrelli&Basta con la collaborazione di Riccardo Marchese per il progetto sociale "Città di Partenope" è diventato subito un fenomeno virale, catturando anche l'attenzione dei media classici. Imponente anche l’azione di incoming di “Città di Partenope” che ha lanciato il video e che adesso vuole farlo tradurre in molte lingue grazie alla collaborazione di tanti cittadini. L’azione di crowdfundig toccherà tutti e cinque i continenti e chiunque, spiegano i promotori,  potrà dare il suo contributo e ricevere una ricompensa.
  • Il 04 luglio 2013 Partenope festeggia il suo quinto compleanno. Una serata straordinaria all'Agorà Morelli, a cui hanno dato spazio anche il TgRegioneJulieTVAdnKronos. Leggi la rassegna stampa e guarda le foto dell'evento.
  • Nell'ottobre 2012 il fondatore di Città di Partenope Claudio Agrelli partecipa come relatore al Convegno "Flexicurity ed Etica del Lavoro", promosso a Napoli da Associazione Italiana Direzione del Personale, Associazione NordeSud e Regione Campania.
  • Nel giugno 2012 Partenope festeggia il suo quarto compleanno. I Premi Città di Partenope sono stati consegnati alle amministrazioni che più si sono distinte per le best practices attivate, tra cui il sindaco di Torino, Piero Fassino, il sindaco vicario di Bilbao Ibon Areso e naturalemente il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris.
  • Nell'aprile 2012 Città di Partenope vola in Argentina per la nuova missione di outgoing, con due grandi eventi: la presentazione all'Università de Belgano e alla Camera di Commercio Italiana a Buenos Aires.
  • Nel febbraio 2012 nasce Radio Partenope, la prima radio che trasmette solo musica napoletana, senza interruzioni pubblicitarie. Radio Partenope è ascoltabile anche da dispositivo mobile grazie all'apposita Applicazione.
  • Dal 1 al 15 agosto 2011, i turisti approdati all'aeroporto di Capodichino sono stati accolti con il nuovo spot di Città di Partenope, un invito a non lasciare Napoli ma a restare per costruire insieme il suo futuro.
  • Il 30 giugno 2011 Partenope ha festeggiato il suo terzo Natale. L'evento, tenutosi in una gremita Galleria Umberto I, ha visto la prima edizione del Premio Città di Partenope, il riconoscimento col quale si è voluto insignire coloro che si sono impegnati in favore di Napoli. Il palco della manifestazione, presentata dalla giornalista del Tg2 Maria Concetta Mattei, ha visto alternarsi personaggi dello spettacolo, imprenditori, politici, amministratori e anche semplici cittadini, uniti sotto un'unico grande obiettivo: la diffusione del senso civico. Il terzo Natale di Partenope ha ricevuto grande attenzione da parte dei media.
  • Il 6 aprile 2011, sindaco di Milano Letizia Moratti riceve la Carta d'Identità di Città di Partenope. "Sono felice di essere cittadina di Partenope", ha dichiarato la Moratti, "perchè so che la città si è data un Codice Etico, che è sicuramente importante per un nuovo Rinascimento napoletano".
  • Il 25 giugno 2010 è arrivato di nuovo il Natale di Partenope, il secondo compleanno della Città è stato festeggiato alla Villa Comunale come l'anno prima e a visto la presenza di centinaia di cittadini. Un evento unico nel suo genere: per la prima volta si accendono i riflettori sui cittadini virtuosi che abitano Napoli. Grazie all'intervento di numerosi illustri relatori si è dibattuto sull'asse tra il decoro urbano e i decoro umano, si sono presentate delle soluzioni concrete alla Istituzioni, come quella dell'interramento dei cassonetti esposta dalla Fondazione Troncone. Il Natale di Partenope è stata anche l'occasione per la presentazione del video inedito "L'Igiene di Tokyo" una sorta di vademecum per diffondere la cultura dell'igiene cittadina.
  • Il 20 giugno 2011 Città di Partenope conferma il suo impegno nella diffusione del senso civico e nella sensibilizzazione verso la raccolta differenziata. Testimonial d'eccezione per il nuovo spot: Gigi Finizio, il noto cantante partenopeo.
  • Il 9 giugno 2010 Città di Partenope vince per la seconda volta gli NC Awards di Milano per aver saputo coniugare una delle più innovative e interessanti campagne pubblicitarie sulla Città.
  • Il 12 marzo 2010 il Venerdì di Repubblica ha dedicato un articolo alla città virtuosa e Radio 24 ha dedicato una diretta nazionale a Città di Partenope, anche in Italia si parla finalmente dei napoletani virtuosi.
  • Il primo marzo 2010 Città di Partenope scavalca ancora una volta i confini nazionali e coglie l'interesse del network inglese BBC che invia i propri giornalisti a Napoli per scoprire Partenope. Con uno straodinario servizio  dal titolo "Naples, the Ethical City", diffonde l'immagine positiva di Napoli su 150 MILIONI di ascoltatori nel mondo. In diversi media del pianeta si scrive a proposito di Città di Partenope. Arrivano mail da ogni dove, lettere di napoletani emigrati da tanti anni, studiosi, curiosi e persino il Sindaco di un piccolo comune Statunitense.
  • Città di Partenope è andata in onda su tutto il territorio italiano! Il TGR Neapolis dell' 8 gennaio 2010 su Rai Tre ha dedicato un servizio a Partenope ed ai suoi obiettivi di diffusione del senso civico e di rilancio dell'immagine di Napoli.
  •  Il 18 dicembre 2009 Città di Partenope è presentata al Liceo classico statale “Giuseppe Garibaldi” di Napoli nell’ambito dell’iniziativa di cogestione studenti-docenti che prende il nome di “Eikon-Logos: parola e immagine nella società contemporanea”. Al Garibaldi, Partenope presenta la volontà di convertire l'immagine negativa che da tempo ha caratterizzato Napoli ed il progetto di rebranding che Partenope continua a portare avanti in Italia e all'estero.
  • Nell'ottobre 2009 Città di Partenope è presentata a Tokyo, alla prestigiosa rassegna "Italia in Giappone", la rappresentazione più importante del sistema Italia nel mondo nipponico.  L'iniziativa si chiama "Partenope in Giappone" e ha lo scopo di riconvertire l'immagine negativa dei napoletani.  Oggetto di una lecture all'università di Tokyo davanti a migliaia di studenti giapponesi, Partenope gira un video reportage sui comportamenti rivolti alla gestione dei rifiuti e alla pulizia in Giappone, che possa servire da esempio per napoletani e partenopei. L'iniziativa è organizzata da Agrelli&Basta in partnership con la Italian Chamber of Commerce in Japan ed il patrocinio di Confcommercio Campania e Royal Group Hotel. Gli articoli pubblicati su Il Denaro e  su Il Mattino, tra gli altri, sono dedicati proprio a Partenope in Giappone.
  • Il 16 settembre 2009 Città di Partenope partecipa al convegno "Ri-proponiamo l'ambiente" a cura dell'associazione Tempolibero: un appuntamento per discutere della salvaguardia dell'ambiente Terra e Mare, con interventi, tra gli altri, di Umberto Arena, Prof. Ordinario Facoltà di Scienze Ambientali della II Università di Napoli, Raffaele Del Giudice, Direttore regionale di Legambiente, Lidia Genovese, Commissario regionale della fondazione Banco Napoli per l'Assistenza all'Infanzia. A nome di Città di Partenope ha parlato il suo fondatore, Claudio Agrelli.
  • Il 04 agosto 2009 lo spot radiofonico di Città di Partenope chiama a raccolta i cittadini che non si riconoscono nell'illegalità e nelle colpevoli tolleranze. Ringraziamo Radio Club 91, Radio Capri, Contatto Radio Network e Radio Bussola 24 per aver omaggiato la messa in onda dello spot.
  • Il 25 giugno 2009 Città di Partenope festeggia in grande il suo primo compleanno, il Natale di Partenope, nei pressi della Cassa Armonica nella Villa Comunale di Napoli. L'evento si è avvalso della presenza di numerose personalità del mondo della cultura, della società civile e dello spettacolo. Ad inaugurare la serata vi è stata una tavola rotonda moderata da Marco Demarco, direttore del Corriere del Mezzogiorno, che ha visto sul palco Derrick De Kerckhove, Luigi Bobbio e Biagio de Giovanni tra gli altri; i contributi video sui 7 peccati civici individuati da Città di Partenope hanno visto protagonisti Enrico Bertolino, Massimo Cacciari, Domenico De Masi, Gino Rivieccio, Raffaele La Capria, Massimo Lo Cicero e Vittorio Schiraldi. Il dibattito ha anche guardato alle recenti campagne di comunicazione della città e della regione, alle quali si è aggiunto il primo spot di Città di Partenope. Un evento importante per conoscersi e per rendere sempre più reale la Napoli virtuosa, tra photoshow, buffet tipici e musica tradizionale napoletana. Per guardare le foto della serata, clicca qui. Leggi la rassegna stampa, web, radio e tv dedicata all'evento.
  • I mass media hanno elevato la carta d'identità ideata da Città di Partenope a simbolo pubblicitario dell'intero progetto, uno strumento nelle mani di ogni cittadino col quale poter comunicare la propria identità positiva in città, nel resto d'Italia ed all'estero.
  • Il 10 ottobre 2008 Claudio Agrelli è invitato come relatore al convegno Emigration Days e presenta Città di Partenope alla comunità italoamericana durante il Columbus Day 2008 a New York.
  • Il 18 giugno 2008 nasce ufficialmente Città di Partenope con un evento di fondazione che ha attirato numerosi ospiti, cittadini normali e personaggi illustri tutti animati dal desiderio di riconquistare il senso civico. Una prima, fondamentale notizia positiva sull'identità etica dei cittadini di Napoli, ripresa dai media nazionali e locali.

3° obiettivo posto:
Sapere quanti siamo
.

Quanti sono i cittadini che non si riconoscono nell'immagine stereotipata del napoletano? Quanti sono i napoletani che rispettano le regole? Vogliamo contarci. Come? Investi un minuto per iscriverti. Se siamo in tanti ce la faremo.

Risultati raggiunti: 

  • Nel luglio 2012 Città di Partenope supera i 5600 cittadini!
  • Nell'aprile 2012 Partenope ha raggiunto 5300 iscritti!
  • Nel settembre 2011, Città di Partenope giunge a quota 4800 cittadini, con 147 imprese etiche registrate. Negli ultimi sei mesi, Partenope è stata visitata da 61.200 utenti provenienti da 106 Paesi nel mondo (statistiche Google Analytics).
  • Il 31 dicembre 2010 Città di Partenope conta 4152 cittadini, 101 imprese etiche e oltre 200.000 visitatori (statistiche Google Analytics).
  • Presto arrivano le congratulazioni della Presidenza della Repubblica Italiana che vengono lette da Francesca Rondinella durante l'evento di Città di Partenope in Villa Comunale il 25 giugno 2010.
  •  Il 15 maggio 2009 una seconda lettera di Sua Eminenza Cardinale Crescenzio Sepe , ed anche una terza, il 21 maggio 2010, confermano l’interesse e l’apprezzamento per l’ambizioso progetto di Città di Partenope, portato avanti con coraggio e determinazione. Un ulteriore stimolo, per i cittadini e per il fondatore Claudio Agrelli, ad impegnarsi e a credere nella lungimiranza dell’idea.
  • Città di Partenope sta contando gli esercizi che aderiscono al primo Circuito Imprese Etiche in Campania: aziende eticamente responsabili, gestite da persone che hanno a cuore il rispetto delle regole e l'immagine della città.
  • Il 31 dicembre 2009 Città di Partenope conta 3200 cittadini  e oltre 130.000 visitatori (statistiche Google Analytics).
  • Il quiz “Sei napoletano o partenopeo?” diffuso su Facebook per invitare gli amici a Partenope riscuote notevole successo e fa aderire moltissimi cittadini all'anagrafe di Partenope.
  • Le dediche fatte ai Partenopei da parte di Beppe Severgnini, Francesco Durante, Amato Lamberti, Sergio Brancaccio, Giorgio Albertazzi, Dante B. Maggio, Eugenio Scalfari, Lucio D'Alessandro, Lucia Valenzi, testimoniano che tra tante persone comuni, nella Città di Partenope ci sono anche validi e noti intellettuali.
  • Il 18 dicembre 2008 Città di Partenope conta 1000 cittadini  e oltre 30.000 visitatori (statistiche Google Analytics).
  • Il 12 dicembre 2008 l’accorata lettera ricevuta da Sua Eminenza Crescenzio Cardinale Sepe esorta i Cittadini di Partenope a continuare nel loro impegno.

4° obiettivo posto:
Dare più voce ai cittadini
.

Perché una voce unita alle altre si fa sentire di più. Come? Attraverso E-Democracy e Denunce dirette. Contro tutte le inefficienze di questa città che ci mettono a disagio. Se siamo in tanti ce la faremo.

Risultati raggiunti: 

  • In generale la mediaticità dell'idea di Città di Partenope è di per sè un modo per comunicare la voce di un popolo che non si riconosce nel malcostume, nel degrado e nelle colpevoli tolleranze. Si può dire dunque che ogni articolo pubblicato, ogni intervista in radio o in tv, ogni evento organizzato relativo al nostro progetto è un risultato concreto per dar voce ad una protesta.
  • A fine maggio 2016 Città di Partenope scrive a [email protected], un'iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri che vuole recuperare i beni culturali del nostro paese purtroppo dimenticati. Quale miglior progetto se non Le Rampe della Musica? quale miglior luogo se non il paradisiaco panorama di Monte Echia e le rampe di Pizzofalcone?
  • A settembre 2015 inizino le votazioni online per scegliere le foto vincitrici della terza edizione del concorso fotografico "Napoli come mi piace" 2015. Un concorso che vede i cittadini coinvolti in più fasi, essi infatti, non solo sono gli autori delle foto che partecipano al concorso ma, dopo aver effettuato il login sul sito di Città di Partenope, possono votare la loro foto preferita.
  • Dal primo settembre 2014 sono aperte le votazione online per la seconda edizione del concorso fotografico "Napoli come mi piace". Leggi l'articolo de Il Mattino datato 9 settembre 2014.
  • Il 29 marzo 2013  Città di Partenope lancia il suo primo concorso fotografico dal titolo "Napoli come mi piace". Un'iniziativa per coinvolgere i cittadini napoletani, dare loro la possibilità di raccontare e mostrare attraverso l'arte della fotografia la loro città. Una vera e propria chiamata alle armi, anzi alla macchina fotografica. In palio per la foto più votata, la vittoria del premio Città di Partenope 2013 sezione fotografia.
  • Nel luglio 2012 parte il nuovo sondaggio sull'ammodernamento dello Stadio San Paolo e sui progetti alternativi ad esso.
  • Nel maggio 2012 i cittadini partenopei sono chiamati ad esprimersi sulla maxi zona ZTL.
  • Nell'aprile 2012 viene lancia la nuova E-Democracy sui progetti per la Coppa America a Napoli. In gioco c'è l'ammodernamento e numerosi lavori nella zona del lungomare.
  • Nell'ottobre 2011 Città di Partenope organizza un evento fortemente voluto per discutere  alcune proposte di recupero, miglioramento e valorizzazione di strutture cittadine in stato di degrado, con possibilità d’intervento onerosamente contenute. Presenta in questa occasione il suo progetto "Le Rampe della Musica" che si propone di dare nuova vita ad uno dei luoghi più belli di Napoli. Abbandonato al degrado, incredibilmente.
  • Nell'aprile 2011, in vista delle nuove elezioni comunali, Città di Partenope sceglie di dar voce ai candidati alla nomina di sindaco. La web tv partenopea si trasforma in una vera e propria tribuna politica digitale, un nuovo modo per aprire il dibattito e fornire ai cittadini un nuovo strumento valutativo.
  • Il 26 novembre 2010 Città di Partenope lancia una nuova E - Democracy riguardante un disegno di regolamento per modificare a monte il sistema di gestione in merito alla raccolta differenziata, convocando una conferenza stampa per ampliare la partecipazione cittadina. La proposta è forte, ma è il momento che noi tutti alziamo la voce perchè si trovi una soluzione a questa crisi interminabile.
  • A maggio 2010 Città di Partenope e Fondazione Troncone diventano partner nella promozione di alcune soluzioni per il decoro urbano, Città di Partenope invita la Fondazione come main sponsor del Natale di Partenope 2010 e la Fondazione Troncone riunisce un comitato scientifico per lo studio di progetti mirati a contrastare il degrado ambientale ed urbano che presenterà poi al Natale di Partenope.
  • Ad aprile 2010 Città di Partenope e il FAI Fondo per l'Ambiente Italiano siglano un accordo per promuovere alcune attività dirette alla riqualificazione ambientale ed urbana. Parte subito un'intesa per "salvare" la Galleria Umberto I dal degrado e dell'incuria attraverso il concorso "i luoghi del cuore".
  • La prima E-Democracy riguarda la Galleria Umberto I, che versa in uno stato di degrado e di abbandono essendo teatro notturno di delinquenza e fin anche di partite di pallone. La proposta "provocatoria" è quella della chiusura notturna del monumento, così come accade per la Galleria Alberto Sordi di Roma. Si apre un dibattito e il tema diventa immediatamente d'interesse per tutta la città. La Repubblica apre un sondaggio, l'Associazione dei commercianti della Galleria Umberto comincia a farsi sentire di più, i cittadini scrivono decine di blog e commenti. Dopo poco tempo l'Assessore Nuzzolo ordina il presidio notturno della Galleria. Il risultato ci rende un po' orgogliosi.
  • Ad aprile 2010 Città di Partenope lancia l'E-Democracy. Il primo sistema di democrazia diretta in Campania. Ne parla anche il TG COM. Questo nuovo strumento serve innanzitutto ad avvicinare i cittadini ai temi che interessano la città sensibilizzando gli animi lassisti e sfiduciati. Con l'E-Democracy partenopea il cittadino iscritto alla nostra anagrafe vota e suggerisce provvedimenti da porre all'attenzione degli organi competenti.
  • Nel marzo 2010 Telecapri dà  ascolto ad una denuncia dei partenopei e realizza un servizio sullo Sferisterio di Fuorigrotta che è stato di abbandono. Il servizio ha fatto scaturire, se non altro, l'interesse della Municipalità di competenza verso la proposta di Città di Partenope di costruire un parcheggio.
  • Il 02 dicembre 2009 viene presentata la denuncia mediatica riguardante le condizioni della linea ferroviaria Cumana a Rapporto Napoli per Telecapri News e ciò ha determinato, secondo quanto abbiamo visto, alcuni significativi provvedimenti da parte della SEPSA (Società che gestisce il servizio della Cumana e Circumflegrea).
  • Tra le petizioni promosse da Città di Partenope, quella relativa alla valorizzazione dell’Acquario di Napoli ha raccolto 274 firme.
  • Il ciclo di sondaggi sulle priorità della città, i cui risultati saranno inviati agli assessori del Comune di Napoli, è inaugurato da quello per Paolo Giacomelli (Igiene della Città) che ha raccolto 429 voti.
  • L’esito negativo delle analisi su campioni d’acqua prelevati dai rubinetti di Pozzuoli e Licola.
  • Tra le denunce partenopee inviate ai mass media segnaliamo quelle apparse su L’Emigrante, sul Corriere del Mezzogiorno, su New Bigol.
WordPress Image Lightbox